Copenaghen: la capitale della danimarca

Benvenuti a Copenaghen, una città sorprendente e variegata: pioniera della cucina New Nordic, del design e della moda, all'avanguardia, green e sostenibile.

Lasciatevi ispirare e godetevi la Capitale Danese attraverso una lunga passeggiata tra colori, panorami e biciclette, alla scoperta della quintessenza dello stile scandinavo.

Dopo questa prefazione siamo pronti ad immergerci in una visita guidata della città..          Si va!

Castello Rosenborg- Copeenaghen - Danimarca - Re - Reali
Castello di Rosenborg

 

La prima attrazione che troviamo appena usciti dalla stazione Centrale è il famosissimo Giardino di Tivoli, il secondo più antico parco divertimenti al mondo.

Risalente al 19° Sec. e attivo ancora oggi, questo meraviglioso giardino (ancor più bello nel periodo natalizio), ha ispirato Walt Disney per creare i suoi magici parchi.

 

Alla sua destra troviamo il NY Carlsberg Glyptotek: un museo che ospita opere di Rodin, Gauguin, Van Gogh, Monet e Renoir (piccola “tip” – gratis il martedì).

Poco distante, gli amanti dell’arte danese troveranno il Nationalmuseet - Museo Nazionale,  imperdibile.

 

Se passate davanti al Municipio e avete tempo per visitarlo, ricordatevi che vi è custodito l’orologio mondiale di Jens Olsen che indica ora locale, solare, tempo siderale, ora in cui sorge e tramonta il sole, le rivoluzioni dei pianeti, il calendario gregoriano, le festività e la migrazione degli astri e dei poli celesti.

Nella stessa zona troviamo anche: Il palazzo Reale di Christiansborg, sede del Parlamento ed il Museo Thorvaldsen, che ospita la collezione privata dello scultore neoclassico danese Bertel Thorvaldsen.

 

Ora  dirigiamoci nel cuore del centro storico attraverso Strøget, la via dello shopping e strada pedonale più lunga d’Europa; questa  termina nella più grande piazza della città, Kongens Nytorv.

In questa zona, definita il “Quartiere latino”, troverete la Rundetårn. La  torre rotonda risalente al 17° Sec. è un osservatorio astronomico con vista panoramica sulla città vecchia.

 

Spostiamoci quindi nel quartiere Reale e andiamo a visitare il Castello di Rosenborg, la residenza estiva dei Re di Danimarca, circondata da un verde giardino ed un corso d’acqua. All’interno sono custoditi i gioielli della Corona in tutto il loro splendore.

Un’ altra residenza Reale è quella di Amalienborg, dove ogni giorno alle 12 in punto avviene il cambio della guardia.

 

Poco distante troverete anche lo Statens Museum for Kunst , la Galleria d’arte Nazionale di Danimarca che ospita innumerevoli artisti danesi dell’ “Età d’Oro” e artisti del calibro di Mantegna e Matisse.

 

Troppo stanchi per arrivare al Kastellet? Dai,che il meglio arriva ora!

 

Il Kastellet è una fortezza a pianta stellare ad ingresso libero, circondata da tanto verde, un fossato e addirittura un mulino a vento.

All’interno del Kastellet ci sono delle caratteristiche caserme rosse del ’700, utilizzate ancora oggi dai militari.

 

Sirenetta _ Andersen _ scrittore - fiaba - Christiania - Hippie - Comunità Hippy -Copenaghen - Danimarca

E finalmente eccoci arrivati al porto e al simbolo di Copenaghen..

 

la Sirenetta!

 

La famosissima statua è un omaggio ad Hans Christian Andersen, autore della fiaba della sirenetta e originario di Copenaghen.

 

Ed ora torniamo indietro costeggiando il mare e andiamo a parlare di “Christiania” e della sua comunità hippie degli anni ’70.

 

Christiania è un a città libera, un quartiere autogovernato e regolamentato che ha conseguito uno status semi-legale come comunità indipendente dalla città.

 

Sebbene l’ideale hippy di condivisione e baratto sia affascinante e interessante sotto molti aspetti, quello che accade realmente a Christiania è molto lontano dalla legalità.

 

E’ diventata una piazza di spaccio a cielo aperto dove è assolutamente vietato fare fotografie e si è costantemente controllati dai pusher che possono anche arrivare ad aggredirti se ti vedono con il cellulare in mano.

La via principale è stata rinominata Pusher Street e potete immaginare il perché.

Nonostante questo è ancora frequentatissima da turisti.

 

Usciamo da questo quartiere e spostiamoci a vedere uno dei posti più vivi e fotografati della città: Christianshavn.

 

Questa zona di Copenaghen ricorda vagamente Amsterdam, con i suoi colorati locali all'aperto che affacciano sui canali colmi di barche.

 

E’ questo il posto giusto per rilassarsi con un drink in mano aspettando il tramonto.

 

Christianshavn - Copenaghen- Danimarca - porto vecchio - quartiere- barche- locali -case colorate
Christianshavn - Copenaghen

E a proposito di drink, una cosa super importante da sapere, se siete amanti delle birre artigianali, è che Copenaghen è la casa del birrificio Mikkeller, che ha aperto una serie di locali dove degustare tutte le sue creazioni in vari punti della città (uno anche all'aeroporto così non rischiate di andare via dalla Danimarca assetati), collaborando anche con ristoranti ed hotel.

Alcuni di questi  locali si trovano in un’altra zona cool della città, il quartiere hipster di Vesterbro, alle spalle della stazione Centrale.

 

Come abbiamo appena letto, Copenaghen è una grande città che offre numerosi spunti a qualsiasi tipo di viaggiatore ed è per questo che vale la pena di essere scoperta, magari come punto di partenza per un viaggio tra le Capitali della Scandinavia.

 

Tenete conto che la Svezia è vicinissima e ben visibile dalla costa e se il tempo è buono riuscirete a vedere l’imponente grattacielo opera dell'architetto Gustavo Calatrava, il “Turning Torso” che si trova a Malmö, sulla costa svedese.

 

Dalla Stazione Centrale,  è possibile prendere il treno o il Malmöbus che in meno di un’ora vi porteranno in Svezia.

Eh si, perché Danimarca e Svezia sono collegate dall’Øresund Bridge,  un ponte sul mare. Bello, no? 

 

Per saperne di più su Malmö, continua a leggere qui ..

Buon viaggio!

Vi è venuta voglia di partire? Contattatemi