impressionisti in francia

Guida delle destinazioni sulle orme dei grandi pittori impressionisti

L'Impressionismo è un movimento pittorico della seconda metà dell'800 che vede tra i suoi maggiori esponenti Claude Monet, Edouard Manet, Alfred Sisley e Vincent Van Gogh.

Tutti questi artisti (e molti altri), si sono ritrovati in Francia nello stesso periodo e l'hanno viaggiata in lungo e in largo per trarre ispirazione per le loro tele.

 

Ecco alcune destinazioni francesi da visitare per fare un vero e proprio viaggio nell'arte e vedere con i nostri occhi i luoghi che hanno attratto alcuni tra i più famosi dipinti di questi grandi artisti:

Claude Monet:

Partiamo dal padre fondatore nonché massimo esponente dell'Impressionismo (e non lo cito per primo solo perché è anche il mio preferito): Claude Monet.

 

Per poter cogliere le migliori sfumature realizzate dal Maestro ci sono due posti imperdibili, uno si trova a Parigi e l'altro solo a pochi Km dalla Capitale.

 

Mi riferisco al Museo dell'Orangerie di Parigi, un piccolo museo che ospita solo 8 tele ma si da il caso che queste tele siano tra le più apprezzate tra quelle del pittore, sono appunto le Ninfee.

 

Per capire dove ha tratto ispirazione per queste e altre opere bisognerà andare nella sua casa-museo di Giverny.

Saremo catapultati nei suoi quadri, passeggiando in quel giardino che fu d'ispirazione per la realizzazione di questi capolavori.

 

La Costa Azzurra e la Normandia furono altre destinazioni care a Monet ma Giverny, dove si trova anche la sua tomba, è un luogo di pura bellezza, così poetico che non può non essere visto.

 

Per saperne di più continua a leggere qui..

Alfred Sisley:

Passiamo ora a parlare di un altro Impressionista: Alfred  Sisley.

 

Le sue opere sono esposte nei più importanti musei parigini e non solo, ma per saperne un po' di più sui luoghi che lo allettarono a tal punto da dedicargli delle tele, bisognerà spingersi poco fuori da Parigi, a Moret-sur-Loing.

 

In questo grazioso paesino si trova il percorso Sisley, che con una bella passeggiata ci farà scoprire i panorami e gli scorci che sono stati protagonisti di oltre 400 quadri del pittore.

 

Ma Moret-sur-Loing sarà una piacevole scoperta per altre sue chicche quali il Museo del Velo e la Confriserie dello zucchero d'orzo.

 

Per saperne di più continua a leggere qui..

Vincent Van Gogh:

Passiamo ora ad uno dei più amati pittori, l'incompreso Vincent Van Gogh.

 

La sua complessa storia lo ha portato a dipingere in varie località francesi ma se vogliamo saperne un po' di più sull'animo di questo grande artista, dovremo dirigerci ad Arles, in Costa Azzurra e poi tornare alle porte di Parigi, precisamente ad Auvers-sur-Oise, dove si trova la sua tomba.

 

Vincent Van Gogh nasce in Olanda, dove si trova un importante museo a lui dedicato chiaramente imperdibile se si è amanti delle sue opere (Van Gogh Museum di Amsterdam).

Ma è a Parigi, precisamente sulla collina di Montmartre che si installa e inizia a far parte del movimento Impressionista.

Ma questo è anche il luogo in cui inizia a perdersi tanto che per ritrovarsi deve essere ricoverato proprio ad Arles, uno dei due luoghi che ho citato.

 

Ad Arles Vincent Van Gogh dipinge alcune delle sue più famose opere e allora è qui che dobbiamo andare per percorrere il percorso Van Gogh: un itinerario a piedi sulle strade che affascinarono l'artista e che riconosciamo in alcuni suoi quadri.

Passeggiando per le stradine di Arles, cosparse di tabelloni che ci indicano i punti salienti di questo percorso, arriveremo anche nel luogo dove Vincent perse l'orecchio.

 

Per conoscere gli ultimi luoghi vissuti e dipinti da Van Gogh ritorneremo invece a Parigi per poi andare ad Auvers-sur-Oise, dove la vita del pittore si spezza bruscamente ma dove al tempo stesso inizia la grande fama di un grande artista.

 

Per saperne di più continua a leggere qui..

 

Buon viaggio!

Ti è venuta voglia di partire? Contattami