La repubblica di malta e la sua capitale: la valletta

La Valletta city gate centro storico capitale di Malta
La Valletta

Lo Stato della Repubblica di Malta si trova su un’isola nel cuore del Mar Mediterraneo, tra la vicina Sicilia e il Nord Africa.

 

Il bellissimo mare di Malta passa addirittura in secondo piano rispetto al fascino dell’intera isola, del suo entroterra, dei palazzi in roccia, dei balconi colorati, del silenzio della Medina, della sua storia e le sue tradizioni.

 

Visitandola ci accorgeremo di quanto sia simile e allo stesso tempo distante dal nostro Paese, grazie al mix di culture che hanno costruito la storia di questa isola e che l’hanno resa quella che è adesso.

Vi sorprenderete a sentir parlare il maltese, l’inglese, e molto spesso l’italiano, di trovare una quantità maggiore di ristoranti italiani (in particolare siciliani) che locali.. in fondo ci troviamo a soli 80 km di distanza dalla Sicilia.

 

Io personalmente devo ammettere di essermi sentita a casa.

 

L’attuale capitale dell’isola di Malta è La Valletta, “la città umilissima”.

 E’ una città barocca che fu eretta dai Cavalieri dell'Ordine di san Giovanni nel 1566 ed è sito UNESCO dal 1980 per il patrimonio storico dovuto alla concentrazione di ben 320 monumenti nei sui 55 ettari.

Si tratta di una città fortificata protetta dal Forte Sant’Elmo e dalle altre fortezze che la circondano e che si trovano a guardia dell’intera  isola.

 

Il centro storico non è molto esteso e per questo è possibile visitarlo con una bella passeggiata a piedi. Nonostante questo La Valletta offre molti luoghi e palazzi da visitare per cui consiglio di dedicare del tempo per poter ammirarla in tutto il suo splendore e senza fretta.

 

La prima cosa che vedrete a La Valletta è la piazza con la fontana del tritone che preannuncia l’accesso ai bastioni della città attraverso il City Gate.

Vi imbatterete subito nel Palazzo del Parlamento,  anche se il vostro sguardo verrà subito catturato dalla strada principale che vi catapulterà in questa storica Capitale senza tempo.

Qualche passo più in là troverete un altro importante luogo: la Royal Opera House; l’antico palazzo dell’Opera ristrutturato da Renzo Piano dopo esser stato raso al suolo dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e, di fronte ad esso, il Palazzo Ferreria con i suoi bei balconi verdi, i primi in questo stile.

 

Una cosa che difficilmente dimenticherete di Malta sono appunto i magnifici balconi colorati che abbelliscono le facciate in pietra dei palazzi di tutta l’isola.

Procedendo sulla strada principale troveremo la Chiesa di Santa Barbara, quella dedicata a San Francesco di Assisi e il Museo Nazionale di Archeologia per poi arrivare a Great Siege Square, la piazza da dove si accede alla Cattedrale di San Giovanni Battista.

 

La cattedrale è un vero gioiello e non potrete andarvene senza averla visitata. Possiede una cappella per ogni periodo di colonizzazione e ospita due pitture del Caravaggio di notevole bellezza e anch'esse patrimonio UNESCO: “San Girolamo scrivente” e “La decollazione di San Giovanni Battista”. Quest’ultimo  valse a Michelangelo Merisi l’onorificenza della Croce di Malta.  

dipinti di Caravaggio San Girolamo Scrivente e La decollazione di San Giovanni Battista nella Cattedrale di La Valletta Malta
"San Girolamo Scrivente" e "La Decollazione di San Giovanni Battista" di Caravaggio

La visita guidata è assolutamente consigliata.

 

Dopo esserci rifatti gli occhi con questa meraviglia siamo pronti a proseguire la nostra visita della città, proseguendo su Republic Street che divide  Senate Square da St. George’s  Square. In quest’ area si trovano il Grandmaster’s Palace, il Palace Armoury e il Palazzo della Guardia con la Cancelleria.

Il primo, il Palazzo del Gran Maestro, fu voluto dal Gran Maestro dell’Ordine di Malta Pietro Del Monte, fu anche sede del Parlamento ed è attualmente la sede del Presidente della Repubblica maltese. Il Palazzo della Guardia ospitava le guardie del Gran Maestro ed il Palace Armoury, che fu il principale arsenale dell’Ordine di San Giovanni, ospita appunto una collezione di armi dell’epoca.

 

Scendendo ancora verso la punta de La Valletta ci imbatteremo in un grazioso edificio nobile del 16° Secolo, Casa Rocca Piccola, per poi arrivare al Palazzo De La Salle, sede del Malta Society of Arts e infine raggiungere Fort Sant’Elmo.

Fort Sant’Elmo è una fortezza che affaccia sul mare e precisamente sul Porto Grande dell’Isola. All’interno viene ospitato il National War Museum (Museo della guerra) dove, tra le altre testimonianze dell’epoca, è esposto un biplano risalente alla Seconda Guerra Mondiale.

 

Prima di lasciare la Capitale per proseguire l’esplorazione dell’isola, non si può non andare a vedere i Barrakka Gardens: i giardini pubblici della città che vantano una superba vista sul porto e sui cannoni che la proteggono.

Mdina antica capitale isola di Malta la città silenziosa
Mdina - La città silenziosa

Mdina, detta la città silenziosa, era l’antica Capitale di Malta e tra i suoi abitanti sembrerebbe esserci stato anche San Paolo. Fu residenza della nobiltà dell’Isola ed ancora oggi, seppur popolata solo da un centinaio di persone, sono tutte di origini nobili.  

Mentre passeggiate tra le silenziose e bianche stradine della città, vi capiterà di imbattervi in un posto davvero carino per fare una pausa merenda con vista panoramica: il “Fontanella Tea Garden” con la sua varietà di torte.

Accanto alla silenziosa città di Mdina si trova la città di Rabat che anticamente faceva parte della stessa Mdina, dove è possibile visitare le Catacombe di St. Paul: più di 30 cripte risalenti al 7° o 8° secolo d.C. in un’area di circa 2000 m2, tra grandi e piccole, quasi tutte visitabili.

Spostiamoci a Paola per visitare un altro sito UNESCO nonché l’unico tempio preistorico sotterraneo al mondo. Sto parlando dell’Ipogeo Ħal-Saflieni, un antico santuario risalente al 3600 a.C.

Vi consiglio di prenotare la visita con largo anticipo in quanto l’ingresso è limitato a soli 60 visitatori al giorno.

Della stessa epoca sono anche i templi di Hagar Qim, Mnajdra e Tarxien che fanno parte dei complessi di templi megalitici di Ta' Hagrat e Skorba, anch'essi Patrimonio UNESCO.

 

Dopo aver fatto un bel giro nella storia di questo Paese, è arrivato il momento di parlare della parte più viva di quest’isola, dove poter fare un po’ di mare, aperitivi e qualche escursione.

 

St. Julian ed in particolare Paceville sono le zone più frequentate dai giovani che vengono qui a studiare l’inglese. Proprio per questo la zona è piena scuole d’inglese, di pub e locali di ogni tipo.

Per sfuggire alla caotica Paceville ed essere anche più vicini a La Valletta, si può scegliere di soggiornare a Sliema o Gezira dove sono concentrati gli hotel e i ristorantini vari dove poter provare la cucina locale o italiana.

Dal lungomare di Sliema partono le gite giornaliere in barca per poter raggiungere l’isola di Gozo, Comino ed il paradisiaco ma forse troppo affollato Blue Lagoon. 

E’ nella zona di Mellieha che si trovano alcune delle più belle spiagge dell’isola quali: Riviera Bay, Paradise Bay, Golden Bay , Ghardira Bay, Armer Bay e Little Armer.

 

Popeye_Village_Malta_Mallieha
Popeye Village

In questa zona si trova anche il Popeye Village: il set originale dove furono effettuate le riprese del celebre Popeye – Braccio di Ferro del 1980, con un giovane Robin Williams.

Il set è rimasto quasi intatto ed è stato trasformato in un parco divertimenti di modeste dimensioni, con spettacoli, animazione, museo, cinema, ristorante, due piscine, giochi, minigolf e spiaggia attrezzata.

A completare l’esperienza, pop corn, foto ricordo, souvenir e giro in barca sulla baia che rendono il tutto davvero molto carino, senza pretese.

 

Per muoversi sull'isola si può optare tra il noleggio auto, il taxi, o i bus cittadini che restano il mezzo più economico per visitare l’isola anche se notevolmente affollati durante il periodo estivo.

 

Le spiagge di sabbia si trovano per lo più nella zona di St. Julian e Mellieha poiché in tutte le altre parti dell’isola ci sono scogli o piattaforme, alcune anche attrezzate con piscine di acqua di mare.

 

La spiaggia più bella è senza dubbio il Blue Lagoon sull'isola di Comino ma tra le spiagge più belle di Malta, ci sono anche:

 

St. Peter’s pool – una piscina naturale in una spiaggia rocciosa a Marsaxlokk, a sud dell’isola;

Selmun Bay – nella baia di Saint Paul (difficilmente raggiungibile con i mezzi pubblici);

Gnejna Bay – Mgarr;

Ramla Bay – Gozo;

Mgarr Ix Xini – a sud di Gozo;

St Thomas Bay – Marsascala.

 

Per saperne di più su Gozo e Comino continua a leggere qui ..

 

 

Buon viaggio!

Vi è venuta voglia di partire? Contattatemi